Army Signal Corps

L’Army Signal Corps nasce nel 1860, Chief Signal Officer sarà il medico Albert J. Myer. Sotto il suo comando, l’unità ha trasformato il linguaggio dei segni utilizzato per comunicare con le persone sorde in un sistema che incorporava bandiere rosse e bianche “wigwag”. Quando gli Stati Uniti entrarono nella prima guerra mondiale nel 1917, il corpo disponeva di aerei e di una tecnologia più avanzata nei suoi sistemi di comunicazione.
Durante la seconda guerra mondiale, le dimensioni e il ruolo del Signal Corps negli affari militari aumentarono drasticamente. Da uno staff di 27.000 persone, si espanse a oltre 350.000 uomini e donne entro il 1945. La necessità di coordinare comunicazioni rapide e accurate per unità aeree, terrestri e navali richiedeva tecnologie e servizi più sofisticati. Il Signal Corps è stato il pioniere nello sviluppo di radar per rilevare gli aerei in avvicinamento, nonché le comunicazioni mobili e le macchine di decifrazione.
Oltre al suo ruolo primario nelle trasmissioni militari, l’unità ha anche svolto un ruolo chiave nella produzione di filmati di addestramento per il personale militare e civile e nella documentazione delle missioni di combattimento. Durante la seconda guerra mondiale, noti produttori, registi e fotografi di Hollywood (come Darryl Zanuck, Frank Capra, John Huston e George Stevens) prestarono servizio nel Signal Corps.
I fotografi del Signal Corps hanno preso parte agli sbarchi in Nord Africa, Italia e successivamente in Normandia. Il D-Day (6 giugno 1944), fu immortalato nel primo film degli assalti anfibi in Inghilterra tramite piccioni viaggiatori. Il Signal Corps ha successivamente documentato ogni grande campagna militare, producendo molti filmati di combattimento e centinaia di migliaia di immagini fisse sviluppate. Grazie a queste fonti, l’esercito ha fornito ai mezzi di informazione negli Stati Uniti e altrove immagini della guerra, utilizzando il servizio di consegna aerea 24 ore su 24 e successivamente sofisticate apparecchiature di trasmissione elettronica con teleobiettivo. Il settore documentale era composto da 75 uomini: 20 fotografi, 30 operatori cinematografici, 20 tecnici della camera oscura, 2 tecnici del suono e 3 manutentori. Dopo la guerra il Signal Corps divulgherà le sue foto: oltre un milione di stampe saranno quelle sui campi di concentramento.

Army Signal Corps, U.S. Army ariborne troops repair japanese automobile on Yokohama, 1945, F224316